Referendum

Acqua Bene comune: Ri-publicizzazione, il ritorno dell’acqua nelle nostre mani

Il referendum del 18 novembre è stato indetto per rivendicare la gestione pubblica dell’acqua. Ma siamo sicuri che la gestione pubblica del SII (Sistema Idrico Integrato) sia la soluzione giusta? Non rischiamo  di avere un servizio magari datato (un po’ superato) meno efficiente e più costoso di quello che potremmo avere con una gestione mista pubblico-privata? Continua la lettura

Acqua bene comune – Storia di un Referendum

Il 18 di novembre i cittadini della provincia di Brescia saranno chiamati, tramite un referendum consultivo, ad esprimersi con un Sì o un No se il Servizio idrico integrato debba rimanere totalmente in mano pubblica, senza la presenza di un socio privato.

Ma perché di nuovo un referendum sull’acqua? I cittadini italiani non si erano già espressi nel 2011? Continua la lettura

Le ragioni del SI!

REFERENDUM PROVINCIALE PER L’ACQUA PUBLICA

IL 4 ottobre a Gavardo, presso l’Auditorium C: Zane, don Fabio Corazzina (già presidente di Pax Cristi e attualmente parroco a Brescia) spiegherà le ragioni del SI al prossimo referendum provinciale sull’acqua.

L’incontro è organizzato dal Comitato Referendario Acqua Pubblica Valle Sabbia. Continua la lettura

Referendum per l’autonomia del 22 Ottobre

Note di Gavardo in movimento sul Referendum per l’autonomia del 22 Ottobre

L’ articolo 5 della Costituzione dice:  “La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principî ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento.”

La nostra Costituzione riconosce e favorisce l’autonomia locale e prevede che si adegui la legislazione alle esigenze dell’autonomia.

Quindi, nulla da obiettare per quanto riguarda il prossimo referendum regionale per l’autonomia del 22 ottobre.

Non proprio. Vediamo il perché.

Continua la lettura

Campagna referendaria per il NO alla riforma costituzionale

referendum-costituzioneGavardo in movimento continua la sua attenzione alle vicende gavardesi, ma non manca lo sguardo più ampio verso le questioni nazionali, di interesse comune.

Come sicuramente avrete già saputo dalla stampa e dalle televisioni, è iniziata la campagna referendaria per il NO alla riforma costituzionale che si svolgerà in autunno.

Anche Gavardo in movimento ha aderito al comitato provinciale per il NO ed è impegnata già da ora nel dare vita ad iniziative che consentano un’ampia diffusione di informazioni e documenti relativi sia ai contenuti della riforma sia alle motivazioni che  portano a sostenere il NO alla riforma. Continua la lettura

REFERENDUM TRIVELLE E ADESSO?

 LA BATTAGLIA RIPARTE CON LA FORZA DI 13 MILIONI DI Sì 

banner-300x250-energiaI no oil rilanciano. Se qualcuno ha pensato che, dopo il voto, il fronte del «no alle piattaforme offshore», si sarebbe esaurito, beh, si sbagliava. Per gli ambientalisti, per tante organizzazioni e associazioni il referendum, e lo si può già dire, è servito come spinta a proseguire la battaglia contro l’assalto delle compagnie del petrolio alle coste, e non solo, del Belpaese.

Continua la lettura

PERCHÉ VOTARE SI IL 17 APRILE

banner-300x250-mareIl benessere di un paese e dei suoi cittadini è strettamente connesso al tipo di economia che persegue. Questo è un momento cruciale di transizione per la nostra economia: le scelte che facciamo adesso incideranno fortemente sul futuro dei nostri figli e nipoti.

I nostri motivi per andare a votare SI al referendum del 17 Aprile ed evitare che le trivelle troppo vicine alla costa (entro le 12 miglia) possano andare a compromettere la qualità dei nostri mari. Continua la lettura