Home page

Utilizzare questa categoria se si vuole che l’articolo compaia in home page

GAVARDO IN MOVIMENTO INVITA A VOTARE NO

Il 20 e 21 settembre i cittadini italiani saranno chiamati ad esprimersi su un referendum costituzionale per approvare la legge che ha previsto il taglio di 345 parlamentari.

Noi siamo contrari a questa riforma.
Perché a fronte di un risparmio davvero irrisorio (1€ a cittadino) riduce la rappresentatività territoriale (e delle minoranze).

Perché non garantisce (anzi!) una maggiore efficienza soprattutto senza una revisione della legge elettorale e dei regolamenti di funzionamento del parlamento.

Perché il problema non è la quantità dei parlamentari ma la “qualità” (oggi davvero un po’ scarsa) e la funzionalità del loro lavoro.

Perché non è con riforme di questo tenore che si recupera la centralità del parlamento.

Pubblichiamo di seguito alcuni documenti che spiegano perché è importante votare NO:

Questo il testo del quesito stampato sulla scheda:
“Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?”

Vogliamo essere rappresentati MEGLIO non MENO

Il 20 – 21 settembre vota NO al referendum di riforma costituzionale

25 aprile sempre!

Quest’anno il 25 aprile cade in un momento particolarmente drammatico, che impedisce di celebrare degnamente la festa per la riconquistata democrazia e il sacrificio delle decine di migliaia di italiane ed italiani che hanno dato la loro vita perché ciò avvenisse.

Questo non vuol dire che dobbiamo dimenticarci di questa data.

Anzi celebrarla oggi è ancora più importante, di fronte al rinascere delle nuove destre razziste, nazionaliste e xenofobe in Italia e in tutta Europa e al tentativo delle destre italiane di annullare il valore simbolico e politico di questa data.

È con questo spirito che Gavardo in Movimento invita i cittadini gavardesi a partecipare alle numerose iniziative promosse in tal senso.
GIM ha aderito con entusiasmo all’iniziativa “25 Aprile – Liberi come l’aria- promossa dagli amici dell’Associazione Il Graffio, insieme a tante altre realtà.

La nostra pagina Facebook condividerà la diretta streaming dell’iniziativa

25 Aprile sempre

SCONFINATAMENTE!

Gavardo in movimento invita tutti a partecipare all’evento “SCONFINATAMENTE ”

sabato 14 Settembre

presso il Parco Baronchelli di Gavardo (Viale Ferretti), che quest’anno vede la collaborazione e partecipazione di numerose associazioni e cooperative sociali.

Una giornata per stare insieme a divertirsi, giocare, parlare e riflettere.

Una festa per aprirsi alle diversità.

Nella locandina potete trovare il programma della giornata!

Assoluta contrarietà all’impianto di Gavardo: le amministrazioni facciano pressione!

Recentemente il presidente della Provincia Alghisi è ritornato sul problema scottante del depuratore del Garda, affermando che lo si deve fare e lo si farà a Gavardo. Il BresciaOggi dell’8 giugno titola: Depuratore, Alghisi tira dritto: «L’impianto sul Chiese si farà».

Condividiamo e pubblichiamo le considerazioni che il Comitato Referendario acqua pubblica di Brescia ha espresso proprio in risposta alle esternazioni di Alghisi”

Leggi il comunicato stampa completo

Acqua Bene comune: Ri-publicizzazione, il ritorno dell’acqua nelle nostre mani

Il referendum del 18 novembre è stato indetto per rivendicare la gestione pubblica dell’acqua. Ma siamo sicuri che la gestione pubblica del SII (Sistema Idrico Integrato) sia la soluzione giusta? Non rischiamo  di avere un servizio magari datato (un po’ superato) meno efficiente e più costoso di quello che potremmo avere con una gestione mista pubblico-privata? Continua la lettura

Depuratore del Garda, sponda bresciana

Dopo più di un anno di silenzio si torna a parlare del depuratore che dovrebbe servire la sponda bresciana.

E’ bene ricordare il fallimento del progetto precedente che prevedeva di convogliare i reflui a 70 km di distanza, più precisamente nel Comune di Visano.

L’ultima notizia in merito al nuovo progetto è questa: sembra che ci siano allo studio ben cinque ipotesi, studio che è stato commissionato all’Università di Brescia.

Una di queste cinque ipotesi riguarderebbe proprio la zona tra Gavardo e Muscoline e più precisamente monte S. Martino.

Continua la lettura

Rapporto ISPRA 2018 sul Consumo di Suolo

Il 17 luglio è stato presentato alla Camera dei deputati il nuovo Rapporto 2018 sul consumo del suolo dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). Un documento fondamentale che di anno in anno analizza l’evoluzione del consumo di suolo e fornisce un quadro aggiornato dei processi di trasformazione del nostro territorio. Continua la lettura

JEFTA – Accordo Commerciale tra Europa e Giappone

Firmato l’Accordo Commerciale tra Europa e Giappone (JEFTA).

Waving flag of European Union and

Tutto bene? Non proprio …

Il 17 luglio è stato firmato l’accordo commerciale tra UE e Giappone che apre i rispettivi mercati, abolendo il 90% dei dazi tra i due partner commerciali. In controdendenza rispetto alle iniziative protezionistiche di Trump. Continua la lettura

Acqua Bene Comune

Da adesso fino alla fine di ottobre pubblicheremo sul nostro Sito,  alcuni articoli sul tema dell’Acqua Bene Comune.

Forse non tutti sanno che il 28 ottobre si terrà il primo referendum provinciale consultivo sull’acqua. Su iniziativa del Comitato referendario Acqua Pubblica di Brescia, 55 Comuni della nostra provincia hanno richiesto e ottenuto l’indizione di un referendum sul servizio idrico integrato.

Il quesito è chiaro: si chiede che la società che Gestisce il servizio idrico integrato rimanga totalmente pubblica. Ma ne riparleremo in una occasione successiva.

Oggi partiamo da un po’ più lontano.

Continua la lettura

Arriva il commissario. Quale futuro per Gavardo?

Il Sindaco di Gavardo Emanuele Vezzola non ha revocato le proprie dimissioni e Gavardo verrà commissariato.
Triste epilogo quello che tocca ad uno dei più grossi paesi Valsabbini che vedrà l’arrivo di un commissario con l’obiettivo di gestire l’ordinaria amministrazione e traghettare il comune alle elezioni previste per la prossima primavera.

Continua la lettura